da non perdere
Tv: arriva la generazione 3D
marzo 2010 ↓ scarica pdf archivio >>

Sedetevi comodi in poltrona, abbassate le luci del salotto e indossate gli occhialini elettronici. Benvenuti nella nuova era della televisione 3D. Quella che porterà nelle case degli italiani immagini e sensazioni del grande schermo. I primi apparecchi a essere messi in vendita dalla prossima settimana saranno di Lg e Samsung. I due colossi coreani che hanno battuto in velocità i concorrenti. Corriere Economia li ha provati in anteprima. Diciamo subito che all’inizio le emozioni sono forti, impressiona l’impatto delle immagini che schizzano fuori dallo schermo. Poi dopo una decina di minuti ci si abitua, un po’ come avviene al cinema. Cerchiamo di capire quali saranno i vantaggi e i contenuti disponibili, ma anche punti deboli della nuova tecnologia 3D.

Riferendoci ai due modelli provati va sottolineato che si tratta di Lcd con illuminazione a Led, dalle dimensioni “generose”. Un 47 pollici LG della serie Lx9800 a 400 Hertz, e un 46 pollici Samsung della serie C8000 a 200 Hertz. Dunque, per il momento, non sono previsti piccoli formati, perché un 3DTv vuole ampi spazi a disposizione in salotto. Magari appeso al muro come un quadro. In comune oltre al prezzo che tocca i 3.000 euro, troviamo lo schermo ultrapiatto di soli 2,5 centimetri e la presenza di un’elettronica a risparmio energetico. I costruttori dichiarano infatti consumi del 30-40% in meno rispetto ai modelli precedenti.

Per quanto riguarda i contenuti, il meglio si ottiene in abbinamento a un lettore Blu-ray di nuova generazione: «anche questo sarà un dispositivo Dvd predisposto alla visione di film in 3D – afferma Enrico Ligabue direttore vendite di LG Italia - con prezzi di vendita a partire da 350 euro». In contemporanea le major metteranno in commercio i primi film, masterizzati con la nuova tecnologia.
Invece, per le prime trasmissioni dal vivo in 3D bisognerà attendere diversi mesi. Allora, rimarranno a bocca asciutta i supertifosi del pallone che pensavano ai mondiali del Sud Africa? «No, comunque non saranno delusi – spiega Paolo Sandri vicepresidente divisione audio-video di Samsung Italia – perché i nuovi apparecchi verranno dotati di upscaling».

Di che cosa si tratta? In pratica un potente processore interno, grazie a un sofisticato software di gestione, è in grado di convertire i segnali delle trasmissioni in alta definizione (Hd) in immagini 3D. Le prove fatte sul campo si sono dimostrate soddisfacenti. Il sistema si dimostra valido per scene in movimento come eventi sportivi, partite di calcio, gare di moto e Formula Uno. Scarsi i risultati con scene statiche e primi piani, per intenderci vengono penalizzate fiction e trasmissioni “alla Grande Fratello”.

Punta invece a modelli con tecnologia al plasma la giapponese Panasonic, che a partire da metà aprile offrirà un 50 pollici della serie Viera, completo di due occhialini e lettore Blu-ray 3D, a 2.999 euro. Tra i produttori non poteva mancare Sony che a giugno uscirà con la serie Bravia da abbinare alla nuova Ps3 aggiornata per giochi 3D. Ancora una volta potrebbe essere il settore dei videogame a dare una spinta per l’acquisto di un 3DTv. A proposito i dati Gfk prevedono che nel 2010 in Italia saranno venduto 6,9 milioni di televisori, di cui oltre l’80% schermi piatti predisposti per l’alta definizione. Difficile stimare quanti saranno i 3D.

Dalle prove sono infine emersi pregi e difetti degli occhialini elettronici, necessari per godersi lo spettacolo. Non è pensabile guardare lo schermo senza indossarli, perché le immagini a occhio nudo appaiono sfuocate. Di conseguenza bisognerà acquistarne un numero sufficiente per famigliari e amici, a un prezzo di circa 100 euro. Ma per quanto tempo si possono tenere, senza creare problemi per la vista? I pareri sono discordi, tra chi dice senza limiti di tempo e chi parla di poche ore. Per il momento non esistono certezze, specie per coloro che portano già gli occhiali. Tuttavia dopo averli testati, pensiamo valga una semplice regola dettata dal buon senso. Quella di fare riposare gli occhi nel caso inizino a manifestarsi fastidi. Per fortuna l’àncora di salvataggio esiste sempre, perchè basta un clic del telecomando e il supertecnologico 3DTv torna a funzionare con immagini 2D.








Links