da non perdere
dettagli  |   indice > Transiberiana da Mosca a Ekaterinburg

1.0) Ferrovia Transiberiana, in tre fotogallery ecco raccontato il viaggio indimenticabile di 15 giorni da Mosca a Pechino, per la precisione questa è la variante Transmongolica


1.01) Transiberiana da Mosca a Pechino, un viaggio in treno di 8000 km in due settimane, si percorre anche al contrario da Pechino a Mosca


1.1) Siberia significa la terra che dorme, è vasta 15 milioni di km quadrati, 40 volte l'Italia, ci vivono 30 milioni di persone di una decina di etnie principali


1.3) Zarengold il treno privato della Transiberiana, la costruzione della strada ferrata iniziò nel 1887 per volere dello Zar Nicola II, l'intero percorso fino a Vladivostok è di 9300 km


1.4) Mosca, la partenza dalla stazione di Kazan


1.5) La grande loconotiva diesel che traina le 21 carrozze, alcuni tratti sono elettrificati


1.7) In media sul treno viaggiano da 150 a 180 passeggeri, con circa 70 persone di staff, medico incluso


1.8) Tutti in carrozza, tra 10 minuti si parte per il lungo viaggio fino a Pechino, sulla transiberiana transita anche il 30% di tutte le merci russe


1.9) Una delle guide russe


2.1) Prima della partenza si visita Mosca, questa è la famosa cattedrale di San Basilio sulla Piazza Rossa


2.2) Il Cremlino, piazza delle Cattedrali


2.3) Metropolitana di Mosca, 12 linee 200 stazioni, alcune degne di un museo, questa è abbellita con mosaici, la scritta Mir significa pace


2.4) Una controllora impettita


2.5) Gli storici magazzini Gum sulla Piazza Rossa, vennero inaugurati nel 1893 come magazzini del popolo, adesso sono per i turisti


2.6) Fiume Moscova con la statua di Pietro il Grande, in effetti era quella di Colombo risistemata dagli americani


2.7) La cattedrale di Cristo Redentore, ricostruita nel 2000 dopo che i comunisti l'avevano abbattuta per fare una piscina


2.8) La nuova city di Mosca, in parte ancora in costruzione


3.0) Kazan la prima tappa della Transiberiana, è la capitale del Tatarstan siamo a 800 km da Mosca


3.1) Kazan sorge sul Volga, nel 2015 sede dei campionati mondiali di nuoto


3.2) Kremlino di Kazan, la nuova moschea di Qol Sarif, finita nel 2011 con i contributi dei musulmani di tutto il mondo


3.3) Kazan, la cattedrale ordodossa dell'Annunciazione


3.4) Piazza centrale di Kazan con la statua di Lenin


3.5) Una bancarella del mercato


3.6) Kazan via pedonale dello shopping


3.7) Kazan è una città di 1,2 milioni di abitanti pulita e ordinata, qui convivono ortodossi e islamici


3.8) Venditrice di fiori per qualche centinaio di rubli, pochi euro


3.9) La stazione di Kazan, un treno a due piani per lunghe distanze


4.1) Si riparte, seconda tappa Ekaterinburg, per volere dello zar e di Stalin tutte le ferrovie russe viaggiano sempre con l'orario di Mosca


4.2) Inizia la steppa siberiana, il paesaggio sarà così per migliaia di chilometri


4.3) Prime case siberiane, sparse a macchia di leopardo nella steppa


4.4) Ekaterinburg a 1600 km da Mosca e + 2 ore di fuso, segna il confine tra Europa ed Asia, è anche la fine dei monti Urali


4.5) Una banda di cosacchi suona per i viaggiatori sul confine con fisarmonica e grande balalaika


4.6) Coppia di cosacchi


4.7) Ekaterinburg il centro città


4.8) Si iniziano a intravedere i segni dell'architettura comunista


5.1) A Ekaterinburg il 17 luglio 1918 lo Zar Nicola II con tutta la famiglia Romanov vennero fucilati dai bolscevichi, i corpi bruciati e cosparsi di acido


5.2) Ekaterinburg la chiesa eretta in loro ricordo per volere di Boris Elsin nel 1998 con i pochi resti del loro corpi


5.3) Adesso dalla Chiesa Ortodossa la famiglia Romanov è venerata come santa e le sono dedicate rappresentazioni sacre


5.4) Ragazza e ragazzo siberiani di ceppo europeo


5.5)


6.1) Nelle prossime foto ecco spiegato come si svolge la vita sullo Zarengold, di giorno si visitano le città, la sera cena a bordo e poi a nanna dopo il bicchiere della staffa


6.2) Scompartimento a due letti, la prima sera di viaggio ci si addromenta con fatica, ma le altre sera il rumore e dondolio fanno da sonnifero


6.3) In testa ad ogni carrozza non manca il samovar, sempre acceso per il the e caffè


6.4) In ogni carrozza ci sono una doccia e due servizi igienici, sempre tenuti pulitissimi dai controllori


6.5) Scorcio di una delle cucine, sul treno privato lavorano una settantina di persone di staff, l'organizzazione è teutonica


6.6) Una delle quattro carrozze ristorante dove si fanno breakfast e cene, buona e curata la qualità del cibo con cucina russa


6.7) Il bar è sempre aperto, i prezzi delle bevande sono inferiori ai nostri treni, un birra 2 euro, un bicchiere di vodka 1 euro


6.8) Il pomeriggio quando si torna in treno dopo le visite alle città si svolgono attività comuni, questa è una lezione di russo, ci sono anche letture e informazioni culturali


7.1) Non manca la degustazione di vodka


7.2) La vodka si beve accompagnata da omlette di caviale e panna acida


7.3) Ma anche tartine di caviale, con aringa e salmone


7.4) Non può mancare l'insalata russa


7.5) Il servizio è accurato, unico neo non sempre il personale parla inglese, comunque capisce tutto


7.6) Il costo? Un viaggio sulla Transiberiana con lo Zarengold per 15 giorni da Mosca a Pechino parte da 3900 euro tutto compreso, inclusi pranzi e visite giornaliere









Links